Riassunto piano previdenziale

Caratteristiche principali del piano assicurativo 

 

1º gennaio 2013


Stipendio assicurato attuale

Corrisponde allo stipendio base annuo (compresi eventuali supplementi di stipendio a carattere permanente), dedotta la quota di coordinamento stabilita come segue:

  • assicurati affiliati fino al 31 dicembre 1994
    2/3 rendita AVS/AI massima
  • assicurati affiliati dal 1° gennaio1995
    7/8 rendita AVS/AI massima

In caso di grado di occupazione inferiore al 100% lo stipendio base annuo e la quota di coordinamento sono ridotti in misura proporzionale.

Lo stipendio assicurato è la base per il calcolo dei contributi e degli accrediti di vecchiaia.


Avere di vecchiaia

Corrisponde al capitale accumulato, con la proiezione degli averi di vecchiaia e degli interessi fino alle diverse scadenze di pensionamento.

Esso si compone:

  • della prestazione di libero passaggio acquisita al 31 dicembre 2012;
  • di un'eventuale prestazione di libero passaggio apportata e di eventuali riscatti personali dal 1° gennaio 2013;
  • degli accrediti di vecchiaia acquisiti e proiettati, calcolati sullo stipendio assicurato secondo la seguente tabella:
    • dai 20 anni ai 34 anni 13%
    • dai 35 anni ai 44 anni 16%
    • dai 45 anni ai 54 anni 19%
    • dai 55 anni in avanti 22%
  • degli interessi maturati al 31 dicembre dell'anno precedente, con la proiezione del 2% fino alle diverse scadenze di pensionamento.

Eventuali prelievi o rimborsi inerenti alle procedure di accesso alla proprietà e riversamenti nell’ ambito della procedura di divorzio modificano l'ammontare dell'avere di vecchiaia.


Tasso di conversione

E’ il coefficiente utilizzato per stabilire la pensione anticipata, di vecchiaia e la pensione di invalidità.

I tassi di conversione attuali sono i seguenti:

  • 58 anni      5.30%
  • 59 anni      5.41%
  • 60 anni      5.52%
  • 61 anni      5.63%
  • 62 anni      5.76%
  • 63 anni      5.89%
  • 64 anni      6.03%
  • 65 anni      6.17%

Pensione anticipata e di vecchiaia

Per stabilire la pensione anticipata o di vecchiaia, l'avere di vecchiaia acquisito al momento del pensionamento viene moltiplicato per il tasso di conversione in funzione dell'età.

Per gli assicurati con 50 anni e più di età è comunque garantito l'importo di pensione alle diverse età di pensionamento (58 anni in avanti) calcolato al 31 dicembre 2012 (norma transitoria).

L'assicurato ha diritto all'importo più elevato fra quello previsto dal nuovo piano assicurativo e quello garantito dalla norma transitoria, secondo l'art. 24 cpv. 4, 5 e 6 Lipct.

In ambedue i casi l'importo di pensione tiene conto della riduzione relativa alla partecipazione a carico dell'assicurato al finanziamento del supplemento sostitutivo AVS/AI.


Pensione di invalidità temporanea versata fino all’età di 65 anni

Per stabilire la pensione di invalidità temporanea al verificarsi dell'evento invalidante, l'avere di vecchiaia acquisito ipoteticamente a 65 anni viene moltiplicato per il tasso di conversione valido a quell'età (attualmente 6.17%).

La pensione di invalidità temporanea viene versata al massimo fino al compimento dei 65 anni.

A partire dal mese successivo il compimento dei 65 anni la pensione di invalidità decade e si matura il diritto alla pensione di vecchiaia calcolata sull'ipotetico avere di vecchiaia a 65 anni, come se avesse continuato l'attività, moltiplicato per il tasso di conversione del 6.17% (tasso di conversione attuale a 65 anni).


Pensione vedovile al coniuge superstite o partner superstite di un'unione domestica registrata

In caso di decesso dell'assicurato in servizio, la pensione vedovile corrisponde ai 2/3 della pensione ipotetica di invalidità alla quale avrebbe avuto diritto l'assicurato.


Capitale decesso in caso di evento che si verifica in attività di servizio

In caso di decesso dell'assicurato in servizio, senza diritto a prestazioni di riversibilità, è assegnata una prestazione in favore dei seguenti beneficiari:

  1. al convivente nella misura in cui l’assicurato primario ha notificato preventivamente la convivenza, e che la stessa è durata almeno 5 anni, ritenuto che l’avente diritto produca la relativa documentazione scritta;
  2. in assenza di beneficiari di cui al punto a), i figli che non hanno diritto a una pensione di riversibilità;
  3. in assenza di beneficiari di cui ai punti a) e b) i genitori;
  4. In assenza di beneficiari di cui ai punti a) b) e c) i fratelli e sorelle.

Il capitale decesso corrisponde al 50% dell’avere di vecchiaia acquisito alla fine del mese in cui è avvenuto il decesso dell’assicurato primario.

In caso di più beneficiari la ripartizione avviene in base al loro numero.


Prestazione di libero passaggio

La prestazione di libero passaggio corrisponde all’avere di vecchiaia acquisito al momento del verificarsi di un evento assicurato.

Per evento assicurato si intende l'uscita dall'Istituto di previdenza (dimissioni), il prelievo per il finanziamento dell'abitazione primaria, il riversamento in caso di divorzio.

All'assicurato è comunque garantito almeno l'importo corrispondente ai suoi contributi personali ordinari, più un supplemento cumulativo del 4% a partire dall'età di 21 anni, ritenuto un supplemento massimo del 100%.


Per ulteriori informazioni la Direzione dell’IPCT è a vostra disposizione

  • Telefono: 091 814 40 61 (lu-ve 9.00-11.30 e 14.00-16.00)
  • Email:  ipct@ti.ch